Detenuto aggredisce tre poliziotti e tenta di strangolarne uno.

1' di lettura 17/06/2020 - È vivo per miracolo il poliziotto penitenziario aggredito, insieme ad altri due, questa sera dallo stesso detenuto che pochi giorni fa distrusse il reparto ospedaliero dove era stato ricoverato.

A darne notizia sono i rappresentanti del cartello sindacale unitario Oreste Leombruni Osapp, Mauro Nardella UIL PA, Francesco Tedeschi CISL FNS e Giuseppe Mazzagatta USPP-

Il detenuto avrebbe dapprima cercato di rubare farmaci salvo poi, dopo essere stato scoperto aggredire gli agenti con calci e pugni fino a cercare di strangolarne uno.

L'agente si è salvato grazie all'intervento degli altri due colleghi anch'essi feriti dall'energumeno.

I tre sono stati trasportati al pronto soccorso e li tuttora stanno per gli accertamenti e le cure del caso.

Il fattaccio riaccende i riflettori su un reparto, quello dei collaboratori di giustizia, che il cartello sindacale unitario aveva chiesto di chiudere poiché ritenuto incompatibile con il circuito penitenziario sulmonese.

Resta ovvio che, nelle more, il minimo che si possa fare è trasferire immediatamente il detenuto cosa che, a detta dei componenti il cartello, doveva essere fatta già da tempo.

-Concludono Leombruni, Nardella, Tedeschi e Mazzagatta


da Mauro Nardella
Segretario territoriale Uil-Pa





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-06-2020 alle 11:36 sul giornale del 18 giugno 2020 - 191 letture

In questo articolo si parla di cronaca, sulmona, comunicato stampa, Nardella, Cartellosindacale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/boeJ