Polizia locale, il giudice del lavoro condanna il Comune di Sulmona

polizia locale 1' di lettura 24/07/2023 - Con sentenza del 18/07/2023, il Giudice del Lavoro del Tribunale di Sulmona, dott.ssa Alessandra De Marco, ha condannato il Comune di Sulmona al pagamento delle spese processuali inerenti al giudizio introdotto da 5 agenti di Polizia Locale, difesi dagli avvocati Mauro Calore (convenzionato CGIL) e Carlo Maria La Gatta (convenzionato CISL).

Nel novembre 2021 i cinque agenti, per il tramite dei suddetti procuratori ed al fine di tutelare i propri interessi, si vedevano costretti ad inoltrare un ricorso ex art. 415 c.p.c. presso il Tribunale di Sulmona per ivi vedersi annullare la sanzione disciplinare del rimprovero verbale ad essi ingiustamente irrogata dall'allora Comandante pro-tempore del Corpo di Polizia Locale. Dopo aver escusso una serie di testimoni ed aver dimostrato la fondatezza della domanda così come spiegata, il Comune di Sulmona ha provveduto, in autotutela, ad annullare la sanzione illo tempore irrogata.

Preso atto di ciò il Giudice del Lavoro ha dichiarato cessata la materia del contendere ma in considerazione dell'attività difensiva espletata ha ritenuto comunque giustificata la condanna del Comune di Sulmona al pagamento delle spese processuali. Una bella e giusta vittoria del Sindacato e dei lavoratori che, unanimemente, ringraziano pubblicamente gli avvocati CALORE e LA GATTA per l’ottimo lavoro svolto e, ovviamente, per il risultato ottenuto.


   

Da FP CGIL, CISL FP e CSA RAL





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2023 alle 17:43 sul giornale del 25 luglio 2023 - 12 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia locale, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/elgK





logoEV
qrcode